L'INDISPENSABILE

*Indagine - *Food Corner

un progetto del Collettivo L'Amalgama

ideazione e drammaturgia di Davide Pachera

*Capitolo UNO

di e con Davide Pachera

regia di Clara Roberta Mori

Con il sostegno di PERIFERIE ARTISTICHE - Centro di Residenza Multidisciplinare Regione Lazio

 

GALLERY

 

L’indispensabile è un progetto teatrale che si costruisce sulla base di interviste attorno al tema del cibo. Le interviste raccolte vogliono essere utilizzate per definire la drammaturgia dello spettacolo. Si tratta di un teatro d'indagine all'interno della società contemporanea e che ha come suo primo intento quello di riscoprire attraverso la ricerca quello che è il legame - o il non legame - odierno tra cibo e individuo. In ogni persona che abbiamo incontrato è possibile rintracciare non solo un diverso rapporto con il cibo ma anche increspature, tabù, paure e aneddoti dove il cibo rappresenta solo un punto di partenza.

Nel chiedere cosa sia rimasto di indispensabile oggi nel cibo, le persone si ritrovano a riflettere su cosa sia indispensabile nella loro vita.

“L’Indispensabile” è un progetto molto grande e di lunga durata nel tempo. La mole di materiale drammaturgico ha quindi portato L’Amalgama ad una riflessione inevitabile, ossia sul fatto di non catalizzarsi solo su di un tipo di restituzione scenica. Così ne sono uscite diverse modalità:

La prima, il *Capitolo UNO è prettamente teatrale, sottoforma di monologo. Le interviste vengono trascritte ed elaborate in forma drammaturgica, a volte un po’ di più a volte lasciate così come sono, vergini, in cui le parole sono quelle “donate” dall’intervistato. La prima rappresentazione ha debuttato a giugno nelle Marche durante il Festival “Un Ponte fra Culture” . Un monologo che ha raccolto alcune delle interviste che trattavano una tematica fondamentale quella del ricordo, e più precisamente quella del ricordo che si sgretola

La seconda modalità è più semplice e performativa ed è il *Food Corner, che debutta durante la decima edizione del Festival Play With Food. Un festival che ruota totalmente intorno al cibo e quindi ottimale per il progetto. In “Food Corner” ci sono tre postazioni che consistono in un tavolino e due sedie, una per l’intervistato e una per l’intervistatore.

Nel lasso di tempo di un’ora e mezza gli attori e le attrici del collettivo sono rimasti a disposizione di chiunque volesse sedersi e regalare la propria biografia alimentare. Le interviste registrate tramite consenso andranno ad arricchire il materiale drammaturgico del progetto d'*Indagine

All'interno del Corso di Alta Formazione indetto da Idra Factory nel 2021 il collettivo ha potuto approfondire una TERZA modalità.

Sempre con il fine di giungere ad una restituzione scenica, abbiamo pensato di concentrare la ricerca in un gruppo ristretto di persone.

In questo caso l'*Indagine e gli incontri avvengono esclusivamente all'interno di una comunità, di un paese scelto. A seguito di un periodo di residenza in loco, il materiale raccolto andrà a formare uno spettacolo che restituirà il processo di quell'esperienza. La drammaturgia sarà quindi originata dallo stesso pubblico che assisterà a quella rappresentazione. Le voci, i ricordi e le testimonianze si mescoleranno insieme creando un racconto unico ma che restituirà l'immagine non solo di un individuo ma di una intera comunità, riunita per rispecchiarsi in quell'occasione a teatro.

DOSSIER *Indagine

DOSSIER *Capitolo UNO

WhatsApp Image 2021-06-20 at 14.52.48 (1).jpeg
L'INDcap1.jpg
WhatsApp Image 2021-06-20 at 14.52.50.jpeg
PWF FOOD CORNER 2021.jpeg
PWF FOOD CORNER 2021D.jpeg
PWF FOOD CORNER 2021E.jpeg
  • ProgettoIndispensabile
  • lindispensabileproject